Centro di ascolto - dedicarsiallavita

Cerca nel sito
Dedicarsi alla Vita
Comunità don Lorenzo Milani
Vai ai contenuti

Menu principale:

Centro di ascolto

Servizi

STORIA


Il centro di ascolto nasce all’interno della Comunità don Milani di Sorisole, alla fine degli anni novanta con la finalità di offrire una risposta alle tante richieste di aiuto di genitori e ragazzi che giungevano alla Comunità; dapprima in modo informale, caso per caso, poi in modo sempre più strutturato, si è cercato di mettere a disposizione degli ospiti e del territorio della Provincia di Bergamo l’esperienza educativa maturata nei tanti anni di accoglienza di minori e di intervento sui giovani adulti con problemi di devianza o emarginazione grave.
L’incontro con il territorio ha permesso al Centro di gettare uno sguardo su quella che viene definita “l’area grigia” del disagio adolescenziale, ossia il disagio di quei ragazzi che vivono una apparente normalità di vita e non emergono nell’ufficialità dei dati e conseguentemente rischiano di non trovare una risposta; esiste infatti una continuità di esperienza che lega questa realtà alla realtà estrema di chi vive la comunità, il carcere e la strada e la comprensione dell’una getta nuova luce sull’altra al di là delle etichette e delle barriere che la società pone.

VISIONE

Il “centro di ascolto” si è proposto di affrontare il tema del disagio in adolescenza partendo dalla lunga esperienza educativa costruita negli anni nel lavoro di comunità con i minori.

Il Centro, nel suo intervento, si rivolge alla relazione che coinvolge l’adolescente con particolare attenzione all’adulto (educatore) cui viene riconosciuto maggior potere di cambiamento in termini relazionali; l’intervento con l’adulto, nell’esperienza fin qui acquisita, risulta essere spesso più efficace nel determinare cambiamenti nell’adolescente, ed affianca la presa in carico diretta: l’adolescente è infatti spesso poco disponibile a farsi raggiungere e ad aderire ad un intervento e la sua motivazione è più fragile e scostante rispetto alla motivazione adulta; pertatanto la relazione diviene uno strumento che permette il raggiungimento degli obiettivi.

EVOLUZIONE

Nel corso degli anni  nascono nuove esigenze:

  • quella di far emergere e dare contorni al disagio e elaborare strategie per affrontarlo;

  • di attivare riflessioni sulle relazioni che coinvolgono adulti e il gruppo dei pari, così come l’analisi dei contesti di vita in cui è impegnato (scuola o lavoro, ecc.) e le strategie comportamentali per sostenere tali contesti;

  • di riprogettare dei percorsi che siano più aderenti alle reali aspettative ed investimenti;

  • di lavorare sulla motivazione ed adesione a percorsi di presa in carico psicologico inviando o ai consulenti o ai servizi esistenti sul territorio, costruendo percorsi integrati a diversi livelli.

  • di proporre percorsi di mediazione familiare che chiamano entrambi i poli relazionali a responsabilizzarsi per contribuire al ripristino di condizioni favorevoli dal punto di vista evolutivo;

  • di dare risposta a disagi di tipo psicologico e gestire gli stessi;

  • di avere personale qualificato all’interno della Comunità stessa;

  • di offrire una risposta al disagio in un’ottica anche preventiva.


UTENZA

Il Centro rivolge il suo intervento:

  • agli ospiti della comunità, sia maggiorenni che minorenni,  italiani e stranieri;

  • all’equipe educativa o al singolo educatore in un ottica di supervisione;

  • a famiglie esterne, o persone esterne;

Il nostro intervento ha come sguardo privilegiato il disagio grave, l’emarginazione, la devianza e l’uso di sostanze stupefacenti nonché situazioni familiari caratterizzate da relazioni altamente conflittuali.

OFFERTA

Dal 2009, il centro di ascolto propone un’offerta con un taglio psicologico diversificata in relazione alle diverse esigenze:

Consulenza psicologica  

  • Colloquio anamnestico e psicodiagnostico individuale

  • Colloqui psicologici clinici

  • Certificazione dell’osservazione psicologica e psicodiagnostica  per la Comunità ed il Tribunale

  • Osservazione clinica e comportamentale diretta ed indiretta

  • Valutazione dell’inserimento ambientale in comunità

  • Elaborazione del piano educativo individualizzato ( con l’equipe educativa)

  • Verifica del percorso educativo

  • Supervisione dei casi

  • Colloqui psicologici di sostegno (rielaborazione del reato)

  • Orientamento sia lavorativo che scolastico

  • Coching


Percorsi penali per i minorenni e giovani adulti
 
Il Centro offre percorsi di rielaborazione del reato (anche attraverso laboratori, scuola, attività socialmente utile), di presa in carico alla persona, di sostegno al percorso penale, di sostegno alla misura degli arresti domiciliari, di sostegno alla progettualità in collaborazione con gli avvocati difensori, con la magistratura e le famiglie nell’ottica di restituire un valore educativo e  recuperante a tali percorsi al di là del puro e semplice sconto della pena. Laddove è possibile si offrono percorsi paralleli sia ai genitori o adulti coinvolti che ai ragazzi; tali percorsi possono incrociarsi con percorsi di mediazione familiare.

Lavoro di rete con i  servizi  

Si mantiene o si attiva un rapporto con il Servizio di competenza, si motiva la persona ad aderirvi e si offre l’accompagnamento al servizio, tenendo poi monitorata la presa in carico. I Servizi principali con cui si è collaborato sono:

  • i Tribunali dei Minori di Milano e Brescia

  • USSM di Milano e Brescia

  • i Servizi Sociali territoriali

  • i Ser.T. di Bergamo e provincia

  • i Centri Psico Sociali di Bergamo e Provincia

  • il “Conventino”del Patronato san Vincenzo di Bergamo


Formazione

Vengono proposti anche diversi percorsi formativi rivolti principalmente a :

  • personale educativo interno in collaborazione con le equipe educative delle comunità

  • volontari nei servizi proposti dal Patronato San Vincenzo di Sorisole

  • adulti (genitori, insegnanti, educatori, animatori)

  • incontri a tema in scuole ed oratori della Diocesi

I temi trattati nei percorsi di formazione vanno dalla relazione adulti adolescenti, all’ascolto, alla devianza, al mondo delle sostanze, alla gestione delle regole.




 
Torna ai contenuti | Torna al menu